News RSS



Sentenza della Corte di Cassazione: via libera con limiti

Sentenza della Corte di Cassazione: via libera con limiti.   Il giorno più lungo, l’attesissima sentenza che avrebbe risolto enorme dilemma: “Possiamo noi comuni mortali dare un limite alla divina Natura?” è stata rilasciata, ed in parte la questione sembra chiarita.   Nulla di nuovo sulla Cannabis Light, il mercato potrà continuare, a patto che i prodotti (infiorescenze e derivati) siano privi di efficacia drogante, ai sensi del DPR 309/90, ovvero, con tasso di THC inferiore allo 0,5%.   Ecco il Nulla Osta, ancora carente delle motivazioni, della Cassazione, rilasciata ieri pomeriggio, che consente al mercato della Cannabis Light di continuare a vivere, a creare lavoro, soprattutto giovane, e indotto per lo stato, a dispetto dei detrattori che vedono la...

Continua a leggere



La Cannabis ed i Fitocomplessi

La Cannabis ed i fitocomplessi. La Cannabis sta vivendo anni di fermento ed è ormai riconosciuta come una pianta medicinale anche in un paese proibizionista, sin dal secondo dopo guerra (1954), come l’Italia. A riguardo è utile valutare la definizione che l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) da per una pianta medicinale : “ogni vegetale che contenga, in uno o più dei suoi organi, sostanze che possono essere utilizzate a fini terapeutici o preventivi, o che sono precursori di sintesi chemio-farmaceutiche” – (1980). Nel nostro caso, gli organi d’interesse sono i fiori, o meglio le infiorescenze, e per sostanze utili ai fini terapeutici intendiamo i cannabinoidi; ma andando per gradi, è importante partire da un’analisi di tipo botanico, prima di addentrarci...

Continua a leggere



L’Effetto Entourage: la vera forza del fitocomplesso

  L’Effetto Entourage: la vera forza del fitocomplesso. Attualmente, Nel settore Cannabis, per Effetto Entourage intendiamo la sinergia, naturale, con cui lavorano i cannabinoidi, gli oli essenziali, i terpeni, i flavonidi e chissà quale altri composti a noi ancora non chiari favorendo un effetto terapeutico, dimostrabile, superiore all’azione dei singoli componenti isolati al di fuori del fitocoplesso. Chiaramente alcuni composti o molecole non hanno un effetto terapeutico prese singolarmente, altre invece (THC – CBD – Alcuni terpeni) hanno un’azione anche se usati isolati. Le ricerche scientifiche hanno già dimostrato come l’azione del fitocomplesso, se paragonata a simili concentrazioni di singoli principi attici, è superiore e più completa, oltre a presentare minori effetti collaterali. Questo discorso è più vasto e riguarda la...

Continua a leggere



Il THC: lo Spirito della Cannabis

Il THC: lo Spirito della Cannabis. Tra gli ottanta Cannabinoidi diversi presenti nella pianta di Cannabis, trova un posto d’onore il THC, (Tetraidrocannabinolo, delta-9-Tetraidrocannabinolo, delta-9-THC) sicuramente considerato dalla collettività come il capostipite dei Cannabinoidi. Oltre ad essere al centro dell’interesse ludico, in quanto fitocannabinoide con effetto psicotropo rilevato, è stato anche uno dei principi attivi più studiati nel settore scientifico e medico. In un momento storico in cui trovano spazio anche infiorescenze “light” o THC “free”, è quasi anacronistico pensare che storicamente la Cannabis è sempre stata un po’ in ostaggio del THC stesso, in un dualismo, in cui la legge l’ha sempre fatta da padrona. Il contenuto di THC nella Cannabis è nell'ordine di 0,5-1% nelle foglie grandi, 1-3%...

Continua a leggere



Il CBD: Una risorsa naturale per l’uomo.

Il CBD: Una risorsa naturale per l’uomo. Attualmente, tra i metaboliti della Cannabis, il Cannabidiolo (CBD) è senz’altro tra i più interessanti e studiati, emergendo come un potente rimedio naturale . Questo cannabinoide non psicoattivo, si forma a partire dal suo precursore CBDA, l’acido cannabidiolico, attraverso un processo di decarbossilazione (reazione termica in cui si libera una molecola di CO2, anidride carbonica). Alcune ricerche hanno evidenziato anche la possibilità che il CBD converta in vivo in THC, ricordando che entrambe le molecole sono composte da 21 atomi di carbonio. Nell’uomo non si sono manifestati effetti negativi riguardo ad un abuso o dipendenza potenziale, infatti, a differenza del THC, è possibile utilizzare dosaggi molto alti già ad inizio terapia. Inoltre, ad...

Continua a leggere